VIII secolo d.C.: a Lanciano, in Abruzzo, un monaco basiliano, dubitando della reale presenza di Cristo nel pane e nel vino, durante la celebrazione eucaristica vede le due specie trasformarsi in carne e sangue tra le sue mani; i fedeli cadono in ginocchio davanti al prodigio, la cui fama si diffonde rapidamente. Le preziose reliquie, custodite attraverso i secoli senza alcun trattamento particolare, giungono intatte fino ai giorni nostri, e sono tutt’oggi visibili nella cittadina Abruzzese.

XVII secolo d.C.: suor Margherita Alacoque, in un convento di visitandine a Paray Le Monial, riceve rivelazioni private inaudite dal Signore, che le rivela i segreti più intimi del suo Sacro Cuore, trafitto e ardente di un amore infinito.

XXI secolo. OGGI. Che rapporto c’è tra i due eventi, entrambi tenuti in altissima considerazione dalla Chiesa cattolica? La risposta arriva dalla scienza. L’OMS, organizzazione dell’ONU, ha esaminato il miracolo eucaristico di Lanciano, emettendo un verdetto sconcertante, in grado di gettare nuova luce sulle significative rivelazioni di Paray Le Monial.

In questo documentario inedito storia, fede e scienza si intrecciano per gettare nuova luce sul mistero di Salvezza Universale operato dal Signore Gesù.

►Il miracolo di Lanciano: il Sacro Cuore si rivela di Alessandro Franchi, 30 minuti, colonna Sonora a cura di Angelo Talocci – Spirito Sound S.r.l. Roma